Alice nella Città
Follow us   
Main sponsor   
13-23 October 2022 alice nella città

Tutto il programma di Alice nella Città 2022

 

Tutto il programma di Alice nella Città 2022


Si svolgerà a Roma dal 13 al 23 ottobre 2022, nel quadro della Festa del Cinema, la XX edizione di Alice nella
città, diretta da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini e organizzata dall’Associazione Culturale PlayTown Roma,
con il sostegno della Direzione Generale Cinema del MiC, della Regione Lazio, del Comune di Roma in
collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma e Auditorium della Conciliazione.
Dopo il successo della passata edizione, anche quest’anno, l’Auditorium della Conciliazione affiancherà
l’Auditorium Parco della Musica e il Cinema Giulio Cesare per accogliere il programma ufficiale del festival. E
non solo. Grazie alla collaborazione con Urban Vision, che metterà a disposizione i suoi maxi-schermi, Alice
nella città estende la sua programmazione anche nelle Piazze della Capitale con la proiezione dei contenuti
extra e degli incontri con i protagonisti di questa edizione.
Da sempre attenta ai temi legati alle giovani generazioni, Alice nella città presenta un programma di
anteprime assolute, esordi alla regia e conferme originali: 12 le opere del Concorso e 3 i film Fuori Concorso
a cui si aggiungono, nella sezione competitiva Panorama Italia, 8 film in concorso e 5 proiezioni speciali che
pongono l’accento sul cinema italiano, con proiezioni di film e documentari. Sono inoltre 4 Eventi Speciali a
cui si affianca la selezione Sintonie, linea di programma pensata in collaborazione con la Mostra
Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e che accoglie 4 film presentati quest’anno nella Sezione
Orizzonti. In programma anche 1 serie, 1 restauro e 28 cortometraggi (16 in concorso, 7 animazioni e 5
proiezioni speciali) selezionati in collaborazione con Premiere Film.

I 12 film in concorso trovano in MARCEL THE SHELL WITH SHOES ON un’apertura ideale.
Dean Fleischer-Camp dirige un racconto straordinariamente efficace di parole e immagini,
ispirato a una serie di cortometraggi in stop-motion sul valore dei sentimenti e dei legami
affettivi. Marcel è una conchiglia parlante, alta un pollice con un solo occhio e un paio di
scarpe da ginnastica, che vive in un Airbnb e sembra discendere direttamente da "Il piccolo
principe" di Antoine de Saint-Exupéry. Il film racconta di noi, del nostro modo di essere e di
comunicare, dei nostri desideri e delle nostre ansie, dei nostri ricordi e delle nostre
aspettative. Un viaggio che spazia tra il reale e l’immaginario e racchiude un enorme senso
di meraviglia. Un perfetto film ponte per riscoprire il senso dell’esperienza cinematografica
con i propri figli.
Alla base della messa a fuoco dei film in concorso quest’anno, c’è una curiosità profonda
verso l’età di mezzo, verso i riti di passaggio osservati nella loro autenticità, senza narcisismi,
infingimenti o idealizzazioni. Le immagini che fioriscono nella memoria di questi racconti
sono materia prima, riflettono il valore del vissuto di autori affermati e giovani esordienti,
tutti ispirati da testimonianze ed esperienze personali, legate alla concretezza di un ricordo
d’infanzia, ricche di verità nascoste mai del tutto bianche o del tutto nere. Un viaggio nella
memoria che James Gray, in ARMAGEDDON TIME, trasforma in qualcosa che riguarda
l’incapacità di dare espressione ai desideri e alle legittime aspirazioni. Ci parla della difficile
necessità di scendere a patti con i limiti e le mancanze. Per Paul (il sorprendente Banks
Repeta) le ferite della coscienza si aprono di fronte al compromesso dei rapporti più intimi.
Gli fa eco la complessità dei legami familiari di SIGNS OF LOVE di Clarence Fuller che solleva
riflessioni sulla vita e sui possibili modi di stare al mondo di un adolescente che sta cercando
di uscire da un ambiente tossico. Il film di Fuller è un puzzle familiare dentro e fuori dallo
schermo, i protagonisti sono interpretati dalla coppia madre-figlia nella vita reale Rosanna
Arquette e Zoë Bleu, insieme ai fratelli Dylan Penn e Hopper Penn. Per lo sceneggiatore e
regista James Morosini il rapporto con il padre (Patton Oswalt) è legato al ricordo di un
inganno. Il suo I LOVE MY DAD mette in luce la crudeltà della farsa e lascia che la dinamica
genitore-figlio rimanga sospesa nel dolore reale, ispido e inquietante, di una genuina bugia.
Uno spunto ideale che il regista francese Simon Rieth ha esplorato fino ai limiti più profondi.
SUMMER SCARS (Nos Cérémonies) è un debutto a combustione lenta. Funziona come una
metafora sulla potente natura degli attaccamenti familiari, sul mistero di un ricordo
scomparso nelle profondità delle ferite dell'infanzia e delle loro disastrose conseguenze
nell'età adulta. Ferite che per Pilar Palomero diventano in LA MATERNAL il punto di partenza
per raccontare una storia di maternità, forza, coraggio e superamento ma anche di
isolamento, paura e abbandono. Palomero (Premio Goya per il miglior film con Las Niñas)
sceglie ancora l’adolescenza come innesco per raccontare il nostro tempo senza (pre)giudizi.

CONCORSO

Una sfida vitale che costringerà Carla, interpretata da Carla Quílez, nel suo primo ruolo
cinematografico, a conoscersi meglio per capire il mondo che la circonda, compreso il
rapporto instabile e complesso con la madre.
Sono ragazzi che rivendicano il loro spazio nel mondo, quando l’identità incerta inizia a
chiedere chiarimenti e nello stesso tempo bisogna imparare a fare i conti con un’inesorabile
miscela di dubbi, paure e turbolenze interiori, i protagonisti di CLOSE. Ancora una volta il
regista belga Lukas Dhont, con il suo secondo lungometraggio, toglie la pelle al reale. Riporta
la storia di un limbo emotivo alle sue ossa, alla purezza di un'età in cui le emozioni sono meno
inibite dall'idea di norme o costrutti sociali. Ci racconta di una vicinanza – titolo stesso del
film – che riesce ad essere sia straziante che piena di speranza. Anche per Trevor Anderson
l'infanzia è un periodo pieno di tumulti costanti. La storia di Robin, protagonista queer della
sua opera prima BEFORE I CHANGE MY MIND, interpretato dall'attore adolescente non
binario Vaughan Murrae, trae spunto dall’esperienza personale del regista. A prima vista il
film sembra perseguire l’agenda di tanto cinema sociale, ma in realtà cerca in modi diversi di
raccontare l’adolescenza com’è davvero, con tutta la sua ambigua, inconsapevole e profonda
complessità.
Ed è proprio nell’importanza di far confluire la realtà nel cinema, di mediare tra l’una e l’altro,
che troviamo il senso del lavoro della documentarista Sophie Chiarello. Lungo i cinque anni
di riprese, la classe filmata diventa il ritratto di un Paese che si evolve e la cui identità cambia
e si trasforma. IL CERCHIO - unico film italiano in concorso – non è un documentario sui
bambini ma con i bambini, un documentario che parla di loro ma anche di noi, gli adulti; un
diario indispensabile all’elaborazione del mondo di oggi, in cui si specchia quello di domani.
Il cinema, dunque, come educazione alla vita. Per Lise Akoka e Romane Guéret l’infanzia non
è un santuario, ma un luogo di libertà. Dopo il cortometraggio Chasse royale e la webserie Tu
préfères – dove già si mostra tutta la loro attenzione per il mondo dei minori -, le parole, le
fantasie e i dubbi dei ragazzi di LES PIRES (opera prima premiata nella sezione Un Certain
Regard a Cannes) sono lo spunto ideale per una riflessione meta-cinematografica più
profonda sui limiti e le inadeguatezze del mondo adulto, in cui le registe si pongono il
problema della conoscenza della realtà e soprattutto sulla possibilità di fare cinema verità.
La grande letteratura per l’infanzia ci ha insegnato che le fiabe hanno le loro radici nella realtà
e non nella fantasia come a qualcuno piace credere. La regista franco-senegalese Maïmouna
Doucouré (Cuties) ha ancorato il suo secondo lungometraggio alla fiaba contemporanea, al
sogno inaccessibile di un’adolescente audace e determinata. HAWA (interpretata da
un'eccezionale Sania Halifa) offre spunti di profondissima riflessione sulla norma e sul
diverso che sempre ci portiamo dentro, sull’importanza di distinguersi per rincorrere i propri
desideri se ci aiutano a vivere meglio. Nel privilegiare la soggettività dei bambini, Éric
Lartigau (La Famille Bélier) torna ad esplorare il disaccordo essenziale tra il modo in cui i più
piccoli e gli adulti interagiscono con il mondo. Interpretato da Gael Garcia Bernal, Chiara
Mastroianni, Marina Foïs, CET ÉTÉ-LÀ (tratto dalla graphic novel di Jillian Tamaki e Mariko
Tamaki) è un percorso di indagine sui grandi riti di passaggio della vita, è una storia di crescita
che vede a confronto tre generazioni, in tre distinte età, in cui l’incomunicabilità la fa da
padrona.
Con il suo primo lungometraggio, AFTERSUN (prodotto da Barry Jenkins), la sceneggiatrice e
regista Charlotte Wells crea un ritratto sottile e nostalgico di una relazione padre-figlia. Il film
della Wells è essenzialmente un gioco a due che si lega al filo narrativo del concorso. La
sensibilità umana con cui crea i personaggi di Calum (interpretato dalla star di Normal People
Paul Mescal, protagonista con la regista di un incontro con il pubblico) e di sua figlia di undici
anni Sophie (Francesca Corio) è di una grazia immensa: li differenzia, li rende complessi, unici,
ne costruisce le reciproche relazioni, ne racconta il loro spessore umano, senza mai giudicare,
senza mai farsi avanti, prendendoli per mano. Ciò che resta nei ricordi ricostruiti da una
Sophie adulta (Celia Rowlson-Hall) è più una poesia che un semplice frammento di memoria.
A HOUSE MADE OF SPLINTERS è uno di quei documentari che interagiscono davvero con
l'esistenza. Il regista danese Simon Lereng Wilmont torna in Ucraina per raccontare le vite
dei bambini che vivono alla periferia del conflitto russo-ucraino in corso. Invece di
concentrare la sua lente su coloro che sono in prima linea, Wilmont sceglie di mostrare

FUORI
CONCORSO

l'effetto devastante della guerra sulle famiglie, attraverso i ritratti di Eva, Alina, Sasha e Kolya.
Non ci sono risposte facili per i bambini di Lysychansk, ma l'attento lavoro di osservazione e
il chiaro rapporto con i bambini riescono a catturare lo spirito dell'infanzia con incredibile
onestà, autenticità e cura, offrendo anche piccole schegge di speranza.
PIGGY è qualcosa di decisamente diverso da tutti i film del programma. È un film di genere
con qualcosa di importante da dire al mondo adulto. Qui l'adolescenza è presentata in modo
discreto, nella sua forma più brutale. Tenuto magistralmente dalla performance di Laura
Galán nei panni di un’adolescente tormentata, il film di Carlota Pereda (ispirato al suo
cortometraggio del 2018, "Cerdita”) mette in primo piano la durezza del bullismo, offrendo
uno sguardo inquietante sulle paure, sia razionali che irrazionali, e sul senso di colpa di un
adolescente ferito.
Il più indissolubile dei binomi adolescenza-corpo è il fulcro narrativo del lavoro diretto da
Cosima Spender (SanPa - Luci e tenebre di San Patrignano) e Valerio Bonelli, qui al debutto
nella fiction. Il team di sceneggiattrici Ilaria Bernardini, Chiara Barzini, Ludovica Rampoldi e
Giordana Mari consegnano al pubblico un thriller di formazione intelligente e pungente che
ha la giusta misura di giovinezza e rischio, voglia di crescita e paura di cambiare mentre si
alternano competizione sfrenata e amicizia inossidabile, violenza fisica e psicologica, patti di
sangue, baci e fughe notturne, prove di resistenza e allucinazioni da farmaci. CORPO LIBERO
è una serie, basata sull’omonimo romanzo di Ilaria Bernardini edito da Mondadori che
debutterà in streaming su Paramount + il 26 ottobre e dal 2023 su Rai2.
Ci sono testimonianze che di fronte alle tragedie della vita sono capaci di nitidezza ed
autenticità rare che dovrebbero essere ascoltate. BACKLASH: MISOGYNY IN THE DIGITAL
AGE di Léa Clermont-Dion e Guylaine Maroist (in collaborazione con la Casa Internazionale
delle Donne) è un’immersione nel vortice della misoginia online che racconta l’evidente odio
verso le donne. Su come la misoginia dilagante in rete rappresenti un grave problema, spesso
minimizzato e non preso in considerazione, che può rivelarsi determinante nella propria
carriera e vita privata. Questo tour de force rivela gli effetti devastanti che tale odio
impenitente ha sulle vittime e porta alla luce il singolare obiettivo della cyber-misoginia:
mettere a tacere le donne che eccellono.

PROIEZIONI
SPECIALI

AFTERSUN Opera prima
Drama Gran Bretagna, USA 2022 98’
di Charlotte Wells
Cast: Paul Mescal, Frankie Corio,
Celia Rowlson-Hall
Distribuzione: MUBI
A HOUSE MADE OF SPLINTERS
Documentario Danimarca 2022 87’
di Simon Lereng Wilmont
Distribuzione internazionale: Cinephil
PIGGY di Carlota Pereda
Horror · Spagna, Francia · 2022 · 100’
Cast: Laura Galán, Richard Holmes, Carmen Machi,
Claudia Salas, Irene Ferreiro, Camille Aguilar
Distribuzione: IWonder

CONCORSO
Film di apertura
MARCEL THE SHELL WITH SHOES ON ? Opera prima
Commedia, Animazione - USA - 2021 - 90’
di Dean Fleischer-Camp
Cast: Jenny Slate, Dean Fleischer-Camp, Isabella Rossellini
Distribuzione: Universal Pictures
ARMAGEDDON TIME
in coproduzione con la Festa del Cinema di Roma
Drama - USA - 2022 - 115’
di James Gray
Cast: Anne Hathaway, Jermey Strong,
Banks Repeta, Jaylin Weeb, Anthony Hopkins,
Distribuzione: Universal Pictures
LA MATERNAL - Opera seconda
Drama - Spagna - 2022 - 100’
di Pilar Palomero
Cast: Carla Quilez, Angela Cervantes,
Ruben Martines, Pepe Lorente
Distribuzione internazionale: Elle Driver
BEFORE I CHANGE MY MIND ? Opera prima
Drama ? Canada ? 2022 ? 89’
di Trevor Anderson
Cast: Vaughan Murrae, Dominic Lippa,
Lacey Oake, Matthew Rankin, Shannon Blanchet
Distribuzione Internazionale: TBC
I LOVE MY DAD
Commedia, Sentimentale - USA - 2022 - 96’
di James Morosini
Cast: Patton Oswalt, James Morosini,
Claudia Sulewski, Rachel Dratch
Distribuzione internazionale: Magnolia Pictures International
CLOSE - Opera seconda
Drama - Belgio, Francia, Paesi Bassi ? 2022 ? 105’
di Lukas Dhont
Cast: Eden Dambrine, Gustav De Waele,
Emilie Dequenne, Léa Drucker, Kevin Janssens
Distribuzione: Lucky Red
LES PIRES - Opera prima
Drama - Francia - 2022 - 99’
di Lise Akoka e Romane Gueret
Cast: Mallory Wanecque, Timéo Mahaut,
Johan Heldenbergh
Distribuzione: IWonder
CET ÉTÉ - LÀ
Commedia/Drama - Francia - 2022 - 99’
di Eric Lartigau
Cast: Marina Fois, Gael Garcia Bernal,
Chiara Mastroianni
Ángela Molina, Adèle Wismes
Distribuzione internazionale: STUDIOCANAL
SIGNS OF LOVE - Opera prima
Drama - USA - 2022 - 98’
di Clarence Fuller
Cast: Rosanna Arquette, Dylan Penn, Hopper Penn
Zoë Blu Sidel
Distribuzione internazionale: BlueFox

IL CERCHIO
Documentario Italia 2022 108’
di Sophie Chiarello
Cast:i bambini della sezione B della scuola Elementare
Manin di Roma (2015/2020)
Produzione: Indigo Film con Rai Cinema
in collaborazione con Sky Documentaries
SUMMER SCARS Opera prima
Drama Francia 2022 104’
di Simon Rieth
Cast: Raymond Baur, Simon Baur,
Gregory Lu, Benjamin Lu, Ymane Desert
Distribuzione internazionale: Wild Bunch
HAWA - Opera seconda
Drama Francia 2022 104’
di Maïmouna Doucouré
Cast: Sania Halifa, Oumou Sangaré,
Titouan Gerbier, Jérôme Pouly,
YSEULT, Thomas Pesquet Hawa
FUORI CONCORSO

PROIEZIONI
SPECIALI
CORPO LIBERO – Serie TV
Crime/Drama · Italia, Germania · 2022 · 6x50'
Episodi: 1, 2
Diretto da Cosima Spender, Valerio Bonelli
Cast: Antonia Truppo, Filippo Nigro, Alessia De Falco,
Giada Savi, Federica Cuomo, Eva Iurlaro, Giada Pirozzi e
con Barbara Chicchiarelli
Produzione: Indigo Film e Network Movie, in
coproduzione con ZDFneo, in collaborazione con Rai
Fiction e Paramount+, in associazione con All3Media
International.
Broadcaster: Paramount+
BACKLASH
Documentario Canada 2022 80’
di Léa Clermont-Dion e Guylaine Maroist
Distribuzione: Sphere Films
in collaborazione con la Casa Internazionale
delle Donne

Il PANORAMA ITALIA punta sulla scoperta e sulla valorizzazione del cinema italiano. Sono documentari, film
inediti in Italia mai usciti in sala per il grande pubblico o passati velocemente in un festival. Sono 8 i film che
comporranno la selezione in concorso a cui la giuria composta da Riccardo Milani, Massimiliano Bruno,
Tosca, Milena Mancini, Giampaolo Morelli assegnerà il Premio Raffaella Fioretta, sostenuto dalla Regione
Lazio.

E’ lungo questa linea che abbiamo incontrato storie diverse nella genesi, ma affini nel
tentativo di rinascita. Film capaci di raccontare storie nei modi inventivi del cinema
indipendente: inclassificabili, scivolosi, sfuggenti. Come l’horror emozionale di Paolo
Strippoli. PIOVE è una storia estrema come la follia che esplora, sulfurea come il vapore
misterioso che esce dai tubi di Roma: chi lo inala dovrà fare i conti con le sue paure più
profonde.
Un viaggio che nell’opera prima di Andrea Zuliani, LE RAGAZZE NON PIANGONO, si trasforma
in un racconto di formazione in chiave road-movie in equilibrio tra commedia, avventura e
realtà. Un viaggio iniziatico verso il confine: quello del Paese, con tutte le sue contraddizioni,
quello tra amicizia e amore, quello tra adolescenza ed età adulta. Nell’opera prima di
Gianluca Mangiasciutti sono rapporti che riuniscono in sé il ruolo della vittima e del
carnefice; mettono in scena la tragicità dei legami e l’irruente desiderio della giovinezza di
esistere lontano dalla violenza che spezza i legami di sangue. L’UOMO SULLA STRADA
costringe Irene (Aurora Giovinazzo) e Michele (Lorenzo Richelmy) a fare i conti con i propri
fantasmi e a crescere, legandosi profondamente l'una all'altra.
Ci sono storie di ragazze determinate che si misurano con la rigida mentalità del proprio
tempo, con qualcosa di più grande di loro, di cui non si capisce la portata. Nella storia di Lia
(Claudia Gusmano) è facile leggere quella di Franca Viola, vero e proprio simbolo della
crescita civile dell’Italia nel secondo Dopoguerra e dell’emancipazione delle donne italiane, a
cui la regista Marta Savina ha dedicato il suo lungometraggio PRIMADONNA.
Succede così anche a Nicola Prosatore che per il suo esordio alla regia apre lo sguardo su una
ragazzina di tredici anni (interpretata da Dominique Donnarumma) che osserva il mondo che
le sta attorno e che la spingerà a compiere il passo che separa l'infanzia dal futuro. Scritto
sulla base dei ricordi di Antonia Truppo, interprete e co-sceneggiatrice del film, PIANO PIANO
è un prezioso lavoro di scavo sui rapporti familiari e sulle fibrillazioni della prima adolescenza.
Ci sono storie che si intrecciano dentro e fuori dal carcere, in una delicata e complessa ricerca
del rapporto tra identità e memoria, e che si legano saldamente alla trama: come nel
racconto di Andrea Papini, I NOSTRI IERI, in cui un documentarista (Peppino Mazzotta), un
detenuto e una vittima (Francesco Di Leva) danno vita ad una storia che scava dentro e fuori
l’esistenza di tre umanità, fra responsabilità familiari che pesano come macigni e un innato
bisogno di libertà. Così avviene anche ne IL RITORNO che mette in scena la struggente
esperienza del vivere di una madre che, dopo dieci anni di carcere, si rifiuta di fare
marcia indietro di fronte alle difficoltà di ricominciare, per ritrovare l’amore, i gesti quotidiani
e l’affetto di un figlio ormai distante. Il film di Stefano Chiantini fa emergere nei protagonisti
– Emma Marrone, Fabrizio Rongione -, al di là di colpe, limiti, miserie e una dignità umana
che ha valore universale.
C’è una linea evidente di continuità tra il catalogo di questi destini adolescenti e la musica.
Fabio Mollo torna a dar voce a quell’età in cui è ancora tutto da scoprire. MY SOUL SUMMER
ci parla di quei muri altissimi che tengono all’oscuro chi vorrebbe raggiungere la sua porzione
di vita luminosa, ma non ricorda la parola d'ordine per accedervi. E’ l’estate unica di Anita
(Casadilego al suo esordio nel cinema) e di Vins (Tommaso Ragno); unica, esattamente come
dovrebbe essere ogni infanzia ed ogni estate.

CONCORSO

A completare il programma del Panorama Italia un ciclo di proiezioni speciali che
arricchiscono, ciascuna con il proprio tono e background d’immagini, lo sguardo su generi
poco esplorati dal cinema italiano. Per il regista Giorgio Testi la musica è il filo conduttore
del documentario, che esplora il mondo di Alessandro, fatto non solo di note e accordi, ma
anche di amore e assenza. MAHMOOD si apre per la prima volta ad una narrazione intima,
che racchiude momenti di vita celati e le relazioni con le persone che hanno lasciato un segno
nella sua esistenza. La regista Elisa Mishto compone un omaggio sull'amicizia, sul dolore e
sulla bellezza di fare musica insieme. MODERAT: THE LAST DAYS segue la band nei giorni
successivi al suo scioglimento, intervistando i componenti che si rivelano nelle loro
insicurezze, timori e speranze e si raccontano senza veli, trasmettendo la passione che li ha
accompagnati fino a quel momento.
Sono tutti film che scappano dalla rete dei grandi festival. Trovano un varco. Viaggiano liberi
perché sono leggeri, fragili e trasparenti come vetro. Per questo hanno bisogno di più
attenzione e di un orizzonte praticabile. Così per il regista Ludovico Di Martino, I
VIAGGIATORI, più che un viaggio nel tempo, diventa un modo per interrogarsi su un passato
da riavvolgere e superare e un futuro da conservare; su ciò che l'umanità è stata e potrebbe
diventare. E’ lo spazio ideale per articolare un racconto fantasy a loop temporale nella città
Eterna, letto da un adulto che ha ancora chiaro negli occhi il valore della fantasia. Anche per
Nicola Abbatangelo la fantasia e i sogni sono una cosa molto seria: THE LAND OF DREAMS è
un musical che espande le atmosfere dickensiane di Beauty (vincitore come miglior
cortometraggio internazionale ad Alice nella città), attraverso un impianto visivo e una
colonna sonora di grande impatto e fascino che diventano materia prima per la visione in
sala.
I pensieri dei ragazzi sono sottili, hanno bisogno di ascolto per prendere forma e respiro.
COSA VERRÀ è il racconto di un'avventura pedagogica. Un anno di vita nella classe di un
piccolo paese siciliano dove il regista Francesco Crispino ha raccolto, giorno dopo giorno,
parole ed emozioni, ragionamenti, ipotesi e domande che emergevano dalle voci dei ragazzi
con cui ha lavorato. Tra vicende quotidiane, passioni e pomeriggi di giochi Eric e Alice vivono
il passaggio dall’infanzia all’adolescenza tra libertà mutilate e restrizioni sempre più dure
espresse durante l’anno di maggior diffusione del COVID, in un Sud d’Italia e d’Europa che è
spazio di confine e insieme d’avanguardia per gli effetti del cambiamento climatico.

PROIEZIONI
SPECIALI

PANORAMA ITALIA
CONCORSO PROIEZIONI SPECIALI
LE RAGAZZE NON PIANGONO - Opera prima
Drama/LGBT - Italia - 2022 - 102’
di Andrea Zuliani
Cast: Matteo Martari, Max Mazzotta, Irene Maiorino
Distribuzione: VISION Distribution
PIOVE
Drama/Horror - Italia - 2022 - 95’
di Paolo Strippoli
Cast: Fabrizio Rongione, Cristiana Dell’Anna,
Aurora Menenti, Ondina Quadri, Francesco Gheghi
Distribuzione: Fandango
IL RITORNO
Drama - Italia, Francia- 2022 - 86’
di Stefano Chiantini
Cast: Fabrizio Rongione, Emma Marrone
Distribuzione: Adler
MY SOUL SUMMER
Drama/Musical - Italia - 2022 - 115’
di Fabio Mollo
Cast: Casadilego, Tommaso Ragno, Luka Zunic,
Agnese Claisse, Anna Ferzetti, Lunetta Savino
Distribuzione: Amazon
PIANO PIANO - Opera prima
Drama - Italia - 2022 - 84’
di Nicola Prosatore
Cast: Antonia Truppo, Lello Arena, Massimiliano Caiazzo,
Antonio De Matteo, Dominique Donnarumma,
Giuseppe Pirozzi, Giovanni Esposito
Distribuzione Internazionale: RaiCom
PRIMADONNA - Opera prima
Drama - Italia - 2022 - 96’
di Marta Savina
Cast: Dario Aita, Francesco Colella, Angelo Faraci
Distribuzione: VISION Distribution
L’UOMO SULLA STRADA - Opera prima
Thriller - Italia - 2022 - 110’
di Gianluca Mangiasciutti
Cast: Lorenzo Richelmy, Aurora Giovinazzo, Jozef Gjura
Distribuzione: Eagle Pictures
I NOSTRI IERI
Drama - Italia - 2022 - 119’
di Andrea Papini
Peppino Mazzotta, Francesco Di Leva,
Maria Roveran, Daphne Scoccia,
Denise Tantucci, Teresa Saponangelo,
Thierry Toscan
Distribuzione: Cineclub Internazionale

MAHMOOD
Documentario Italia 2022 90’
di Giorgio Testi
Distribuzione: NEXO
MODERAT: THE LAST DAYS
Documentario Germania 2022 20’
di Elisa Mishto
THE LAND OF DREAMS Opera prima
Musical Italia 2022 110’
di Nicola Abbatangelo
Cast: Caterina Shulha, Paolo Calabresi,
Ryan Reid, Nathan Amzi, Edoardo Pesce
Distribuzione: 01 Distribution

I VIAGGIATORI
Fantasy Italia 2022 102’
di Ludovico Di Martino
Fabrizio Gifuni, Vanessa Scalera, Matteo Schiavone,
Fabio Bizzarro, Andreagaia Wlderk, Francesca Alice
Antonini, Gianmarco Saurino, Federico Tocci
COSA VERRA’
Documentario Italia 2022 83’
di Francesco Crispino
Cast: Eric Tomasello, Alice De Falco,
Sarah Alderuccio, Giorgio Agnellino, Chiara Canella,
Manuela,Spina, Beatrice Tondo, Rita Spadaro,
Alessia Franza, Sofia Malerba, Flavia Zappulla,
Fabio Cilea, Lucia Azzolina, Francesco Tomasello

Otto anni dopo l’esordio con The Water Diviner, premiato come Miglior Film nel 2015 agli
Oscar australiani, Russell Crowe torna dietro la macchina da presa con un thriller in cui si
rischia ben oltre il tavolo da gioco. In POKER FACE, l’attore e regista, anche co-autore della
sceneggiatura con Stephen M. Coates, interpreta Jake, un giocatore d'azzardo miliardario che
offre ai suoi migliori amici la possibilità di vincere più denaro di quanto abbiano mai sognato.
In cambio, però, dovranno rinunciare a ciò che hanno protetto per tutta la vita: i loro segreti.
Nel cast anche Liam Hemsworth, RZA del Wu-Tang Clan e Elsa Pataky.
Russell Crowe sarà a Roma per ritirare un Premio Speciale in occasione del ventennale di
Alice nella Città e partecipare a una masterclass aperta alle scuole di cinema e al pubblico. Il
film sarà presentato in co-produzione con la Festa del Cinema e sarà distribuito in Italia da
Vertice 360.
Come di consueto, grande spazio all’animazione e alle anteprime per la famiglia.
Si può ancora immaginare di filmare la natura da un punto di vista inedito, rendendo tutto
questo molto semplice, immediatamente comprensibile, evitando con cura le situazioni più
scontate? HEART OF OAK è qualcosa di diverso: un film matrice di storie, che
contemporaneamente è a tutti gli effetti l’esperienza della natura al cinema. Una quercia non
è solo un albero: è un ecosistema in sé e una casa per molte forme di vita diverse. Con
scoiattoli, aironi, formiche, cervi e tassi che ci svelano il meraviglioso regno naturale in cui
tutto è interconnesso, dalle radici alla corona. La telecamera di Laurent Charbonnier e Michel
Seydoux cattura anche il più piccolo dettaglio, racconta un dramma quotidiano di vita e
morte mentre gli animali lottano per cibo, riparo e sopravvivenza attraverso le stagioni.
Girato in 4K, Heart Of Oak è forse una delle più belle esperienze della natura al cinema.
Bambini e tigri non è la prima volta che si incontrano nelle pagine di una favola per l’infanzia.
Il nuovo film di Brando Quilici è una summa di tutto ciò che è fondamentale per gli uomini e
per gli animali: i cuccioli, la vita, il rispetto della natura. Quilici torna al festival con IL
RAGAZZO E LA TIGRE, un film che non ha età. Come i grandi classici sa parlare a ogni tempo
e luogo. È una storia che racconta un'avvincente avventura, è quasi un manuale che ha odori
e suoni della Natura, quella con la “n” maiuscola, ma è anche e soprattutto un romanzo di
formazione nell'accezione più ampia. Un film per tutti quelli che credono nello straordinario
del c’era una volta.
Ci sono storie che si rivelano irresistibili per quei bambini che vogliono crescere affrontando
temi come il coraggio e la consapevolezza di sé: essere o non essere... coccodrillo, questa è la
bellissima idea di partenza dei libri per ragazzi di Bernard Waber (Lyle, Lyle, Crocodile) a cui
si ispira il film di Will Speck e Josh Gordon. IL TALENTO DI MR. CROCODILE è un gigantesco
e se... che ribalta la prospettiva di lettura della realtà degli adulti, perché a differenza loro,
tutti i bambini sanno già che non c’è niente di sbagliato in un grande coccodrillo che canta,
mangia caviale e ascolta grande musica. Il coccodrillo Lyle (voce originale di Shawn Mendes
e voce italiana di Luigi Strangis) dice al mondo che la famiglia può venire dai luoghi più
inaspettati. Ma sarà compito della famiglia Primm e del carismatico proprietario di
Lyle, Hector P. Valenti (Javier Bardem), dimostrare che un coccodrillo canterino dalla grande
personalità può far parte, seppur inaspettatamente, di una famiglia.
Storie che credono nella solidarietà e nella convivenza e nella diversità: il maestro
d’animazione francese Michel Ocelot torna al festival con il suo nuovo film THE BLACK
PHARAOH, THE SAVAGE AND THE PRINCESS. Ancora una volta ci lasceremo trasportare dai
suoi racconti: tre favolose odissee popolate da splendidi dei, misteriosi ragazzi selvaggi e
principesse ribelli. Un'esplosione di colori che oltrepassa tempi e luoghi, seguendo il filo rosso
della speranza.

EVENTI SPECIALI

EVENTI SPECIALI
IL RAGAZZO E LA TIGRE
Family/Avventura - Italia - 2022 - 94’
di Brando Quilici
Cast: Sunny Pawar, Claudia Gerini
Distribuzione: Medusa Film
IL TALENTO DI MR. CROCODILE
Animazione - USA - 2022 - 106’
di Josh Gordon e Will Speck
Cast: Javier Bardem, Constance Wu,
Shawn Mendes, Brett Gelman
Distribuzione:
Sony Pictures/Warner Bros. Entertainment Italia
THE BLACK PHARAOH,
THE SAVAGE AND THE PRINCESS
Animazione - Francia - 2022 - 83’
di Michel Ocelot
Distribuzione: Movies Inspired
HEART OF OAK
Documentario · Francia · 2022 · 80’
di Laurent Charbonnier, Michel Seydoux
Distribuzione Internazionale: Gaumont Distribution

IN CO-PRODUZIONE CON LA FESTA DEL CINEMA
POKER FACE – World Premiere
Thriller · USA · 2022 · 98’
di Russell Crowe
Cast: Russell Crowe, Elsa Pataky, RZA
Liam Hemsworth, Jacqueline McKenzie,
Distribuzione: Vertice 360
ARMAGEDDON TIME (in concorso)
Drama USA 2022 115’
di James Gray
Cast: Anne Hathaway, Jermey Strong,
Banks Repeta, Jaylin Weeb, Anthony Hopkins,
Distribuzione: Universal Pictures

GLI INCONTRI
RUSSELL CROWE
Russell Crowe sarà protagonista di un incontro con il pubblico per un omaggio legato ai personaggi che ha
interpretato e che sono riusciti a entrare nell'immaginario di diverse generazioni, rendendolo uno degli attori
più amati di sempre: John Nash in “A Beautiful Mind”(2001) e Jim Braddock in “Cinderella Man”(2005) di Ron
Howard; Dr. Jeffrey Wigand in “Insider – Dietro la verità”(1999) di Michael Mann; Master & Commander di
Peter Weir; Detective Richie Roberts in “American Gangster”(2007) di Ridley Scott fino a Massimo Decimo
Meridio ne “Il gladiatore”(2000), di Ridley Scott.
Un legame speciale unisce la Capitale a Russell Crowe fin da quando ha interpretato il personaggio di
Massimo Decimo Meridio ne “Il Gladiatore” (2000), ruolo che gli è valso l’Oscar per il Miglior Attore
Protagonista. Non a caso Roma è stata scelta anche per il lancio mondiale della sua opera seconda Poker
Face, thriller da lui stesso diretto, e interpretato con Liam Hemsworth, che sarà proiettato in anteprima ad
Alice nella Città in coproduzione con la Festa del Cinema.
Per celebrare l’arrivo di Russell Crowe a Roma, Urban Vision e Alice nella Città proietteranno in diretta
streaming su un maxi schermo nella centralissima Piazza Campo de’ Fiori a Roma la masterclass che si terrà
all’Auditorium della Conciliazione dando così la possibilità al pubblico di partecipare.Poker Face segna il
ritorno dietro la macchina da presa di Russell Crowe, otto anni dopo l’esordio con “The Water Diviner”,
premiato con l’Oscar australiano come miglior film nel 2015. L’attore, che è anche co-autore della
sceneggiatura con Stephen M. Coates, interpreta un giocatore d'azzardo miliardario che offre ai suoi migliori
amici la possibilità di vincere più denaro di quanto abbiano mai sognato. In cambio, però, dovranno
rinunciare a ciò che hanno protetto per tutta la vita: i loro segreti. Nel cast anche RZA del Wu-Tang Clan ed
Elsa Pataky. Poker Face sarà distribuito in Italia da Vertice 360 e uscirà nei cinema italiani a fine novembre.

PAUL MESCAL e CHARLOTTE WELLS - In collaborazione con MUBI Italia.
Dopo il grande successo ottenuto con la serie Normal People (BAFTA per l’interpretazione del personaggio di
Connel) e il debutto cinematografico in The Lost Daughter, Paul Mescal torna al cinema con l’atteso
AFTERSUN, il film d’esordio di Charlotte Wells. In occasione della presentazione del film al festival,
proveremo a ripercorrere, in un incontro aperto al pubblico, i temi e i tanti fili sottili che mettono a fuoco il
valore della memoria, che in questo film è qualcosa di più di un insieme di ricordi. È una storia semplice che
ci fa prendere ancora più consapevolezza di quanto i rapporti umani siano centrali nelle nostre esistenze.

EMMA MARRONE - In collaborazione con Nuovo Imaie.
Cantautrice, personaggio televisivo, musicista, produttrice discografica e attrice è una delle artiste italiane
più poliedriche ed amate dai più giovani. Emma Marrone dialogherà insieme a Piera Detassis del suo
percorso artistico tra Musica e Cinema: dal suo esordio davanti alla macchina da presa con Benvenuti al Nord
(2012), all'esperienza con Gabriele Muccino nel film Gli anni più belli e nella serie A casa tutti bene, e
racconterà ilsuo ritorno sul set come protagonista del film Il ritorno, diretto da Stefano Chiantini e presentato
nella sezione Panorama Italia di Alice nella città.

CORTOMETRAGGI — Alice nella città insieme a Premiere Film, partner nell’organizzazione dell’evento,
rinnova la grande attenzione al mondo del cortometraggio. I corti selezionati saranno proiettati dal 13 al 16
ottobre all’Auditorium della Conciliazione. La giuria sarà composta da Maurizio Lombardi, Claudia Potenza
e Fulvio Risuleo.
CONCORSO
LA NEVE COPRIRÀ TUTTE LE COSE - World Premiere
Di Daniele Babbo - Italia · 2022 · 15’
Cast: Barbara Ronchi, Davide Iacopini
Produzione: Meproducodasolo
Distribuzione Int/Ita: Tiny Distribution
GUERRA TRA POVERI - World Premiere
Di Kassim Yassin Saleh - Italia · 2022 · 15’
Cast: Francesco Rodrigo, Sirabella Sinigallia,
Alessandro Sardelli, Andrea Autullo, Maria Lauria,
Sara Cardinaletti, Valentino Campitelli,
Pino Calabrese, Valerio Didomenicantonio
Produzione: Ulalà film & co.
Distribuzione Int/Ita: Tiny Distribution
TORTO MARCIO - World Premiere
Di Prospero Pensa - Italia · 2022 · 7'30”
Cast: Davide Calgaro, Ussi Alzati, Simon Rizzoni
Produzione: Bellinzona Independent Studios
FELIZ NAVIDAD - World Premiere
Di Greta Scarano - Italia · 2022 · 13'20”
Cast: Benedetta Cimatti, Simone Liberati,
Sandra Milo, Carla Signoris, Lorenzo Gioielli,
Lorenzo Porcacchia
Produzione: Groenlandia Film
CALCUTTA 8:40 AM - World Premiere
Di Adriano Valerio - Francia · 2022 · 13’
Cast: Lionel Dray, Agami Mandal, Samadarshi Dutta
Produzione: Films Grand Huit, Off Season Films
Distribuzione italiana: Films Grand Huit
Distribuzione internazionale: Films Grand Huit
BATTIMA – World Premiere
Di Federico Demattè - Italia · 2022 · 15’
Cast: Seck Abdoulaye, Caterina Bagnulo, Manuel Rulli
Produzione: Indigo Film, Emergency
AS DE TRÈFLE – Italian Premiere
Di Henri Kebabdjian - Francia · 2021 · 9'34”
Cast: Thierry Hancisse, Félicie Robert
Produzione: Top Hat Production
Distribuzione Int/Ita: Origine Films
FILE – Italian Premiere
Di Sonia K. Hadad - Iran · 2022 · 20’
Cast: Mahin Sadri, Amirali Taherabadi
Produzione: Payman Shadmanfar
Distribuzione Int/Ita: Lights On
JAMAL TOSMAL – World Premiere
Di Martina Pastori - Francia · 2022 · 17’
Cast: Nassim Bouguezi, Allan Marcelli
Produzione: Artmineur
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film

BERGIE – International Premiere
Di Dian Weys - Sudafrica · 2022 · 7’
Cast: Oscar Petersen, Nicola Hanekom,
Gretchen Ramsden, David Isaacs
Dean Balie, Robert Hindley, Earl Kruger
Produzione: Stranger Films (Pty) Ltd.
Distribuzione Int/Ita: Lights On
THE DELAY – World Premiere
Di Mattia Napoli - Italia · 2022 · 15’
Cast: Vincenzo Nemolato, Federica Sandrini,
Riccardo Leto, Giuseppe Rosso
Produzione: 10D Film, Grey Ladder, Origine Films
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film
STORY OF YOUR LIFE – World Premiere
Di Salvatore De Chirico - Italia · 2022 · 19‘
Cast: Fortunato Cerlino, Daniele Mariani,
Lino Guanciale, Ilaria Rossi, Francesca Cavallin,
Francesco Gheghi, Roberto Nocchi.
Produzione: Elio Film
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film
IL BARBIERE COMPLOTTISTA – Italian Premiere
Di Valerio Ferrara - Italia · 2022 · 19'30”
Cast: Lucio Patanè, Maria Pia Timo,
Bruno Pavoncello, Ilir Jacellari
Produzione: CSC - Centro Sperimentale di Cinemtografia
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film
A.O.C – Italian Premiere
Di Samy Sidali - Francia · 2022 · 18’
Cast: Wassim Loqmane, Shirel Nataf,
Evelyne El Garby Klaï, Claire Dumas
Distribuzione Int/Ita: Mabel Films
RITUÁLY – Italian Premiere
Di Damián Vondrášek - Repubblica Ceca · 2022 · 16’
Cast: Tomáš Starý, Daniel Vízek
Produzione: Cinémotif Films
Distribuzione Int/Ita: Lights On
WELCOME – Italian Premiere
Di Giuseppe De Lauri - USA· 2022 · 15’
Cast: Matteo Russo, Philip Green, Hannah Karpenko,
Eric Rosenberg, Elija Moran, J. Kobe Wallace,
Xavier Wolf, Symone Lu-tes, Danel Minaar, Kostja Kostic
Produzione: Cheryl Wang,
Giulia Chiara Rocca, Giuseppe De Lauri
Distribuzione Int/Ita: Sayonara Film

SPAZIO ANIMAZIONE PROIEZIONI SPECIALI

ECCE – Italian Premiere
Di Margherita Premuroso - Italia · 2022 · 7'15”
Produzione: Margherita Premuroso
Distribuzione Int/Ita: Zen Movie
SPRING ROLL DREAM – Italian Premiere
Di Mai Vu - UK · 2022 · 10’
Cast: Elyse Dinh, Bui Bai Binh, Jarlan Bogolubov
Produzione: National Film and Television School.
Distribuzione Int/Ita: Sayonara Film
DOMA – Italian Premiere
Di Chiara Seveso - Italia · 2022 · 4'30'
Cast: Interprete personaggio Tzia: Maria Casula
Produzione: Nuova Accademia s.r.l.
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film
CARAMELLE – World Premiere
Di Matteo Panebarco - Italia · 2022 · 12'20”
Produzione: Panebarco
in associazione con Mediterraneo Cinematografica
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film
LUKI – World Premiere
Di Marta Bencich - Italia · 2022 · 11'
Cast: Marianna Fontana
Produzione: Vivo Film

PENSACI – World Premiere
Di Peter Marcias - Italia · 2022 · 10'
Cast: Ariu Ceramiche
Produzione: Fondazione Sardegna
Film Commission, Capetown srl
Distribuzione Int/Ita: - Capetown Srl
PALOMAR VA IN CITTÀ – World Premiere
Di Mario Kreill - Italia · 2022 · 6'30”
Cast: Claudio Gioè (Voce narrante)
Produzione: Fantasmagorie studio

IL PROVINO – World Premiere
Di Gregorio Sassoli - Italia · 2022 · 20’
Cast: Eco Andriolo Ranzi, Pierpaolo Lovino,
Ascanio Balbo, Alessandro Bernardini, Marco
Bozzarini, Simone Maria Cimini
Produzione: Gregorio Sassoli
Distribuzione Int/Ita: Sayonara Film
TRE VOLTE ALLA SETTIMANA - World Premiere
Di Emanuele Vicorito - Italia · 2022 · 13'20”
Cast: Caterina D'Andrea, Luciana Zazzera, Pina
Rinauro, Rosetta Lima.
Produzione: Alessandro Capitani
Distribuzione Int/Ita: Premiere film
IL RIMBALZO DEL GATTO MORTO - World Premiere
Di Antonino Valvo - Italia · 2022 · 16'15”
Cast: Claudia Marsicano, Giacomo Rabbi
Produzione: Oki Doki film, Lampo Tv
Distribuzione Int/Ita: Premiere Film
UN MILIONE DI ITALIANI (NON SONO ITALIANI)
World Premiere
Di Maurizio Braucci - Italia · 2022 · 20’
Cast: Fatima Mbengue, Sara Vanderwert,
Francesco Di Napoli, Sergio Vitolo, Maria Pia De
Vito
Produzione: Maurizio Braucci, Dedalus,
Arrevuoto, Parallello 41
LARUA - World Premiere
Di Francesco Madeo - Italia · 2022 · 20'30”
Cast: Blu Yoshimi, Flaminia De Vico, Rossella
Pugliese, Moisè Curia
Produzione: Dreamcatchers Entertainment
Distribuzione Int/Ita: Dreamcatchers Entertainment

PREMI E GIURIE
PREMIO MIGLIOR FILM ALICE NELLA CITTÀ
Il riconoscimento sarà assegnato da una giuria di trentacinque ragazzi di età compresa tra i 16 e 19 anni.
PANORAMA ITALIA
I lungometraggi presenti nella sezione competitiva Panorama Italia concorrono per l’assegnazione del Premio
Raffaella Fiorella per il Miglior Film Italiano. La giuria è composta da: Riccardo Milani,(regista) Massimiliano
Bruno (regista), Tosca (cantante), Milena Mancini (attrice), Giampaolo Morelli (attore).
Il premio avrà un riconoscimento di 3.000 euro che sarà suddiviso in parti uguali tra il regista e il
produttore.
PREMIO CORBUCCI (1° edizione)
Concorrono al Premio tutti i lungometraggi di finzione, della durata minima di 80 minuti, che al momento
della loro partecipazione in una delle sezioni di Alice nella Città, non abbiano ancora una distribuzione per il
mercato italiano.
La giuria è presieduta dal regista Gabriele Mainetti ed è composta anche da Domenico Dinoia, Presidente
della Fice, dalla regista Emanuela Rossi, dalla regista Paola Randi e da Carmine Imparato, esercente Membro
della Presidenza Fice nazionale.
Il premio consiste in un contratto di distribuzione per il mercato italiano con un P&A del valore di 50.000
euro. Il film vincitore, grazie alla partnership con il circuito di sale cinematografiche della Fice, avrà la garanzia
di un’uscita theatrical in un minimo di 20 sale nelle principali città capozona d’Italia, nel primo trimestre
dell’anno successivo a quello del festival. Nell’eventualità che a vincere sia un film internazionale, ai costi di
lancio e distribuzione, verrà aggiunto il costo di acquisizione di tutti i diritti di sfruttamento per il territorio
italiano. La distribuzione sarà a cura della Nori Film, nuova società di distribuzione creata da Carlo e Claudio
Corbucci.

CORTOMETRAGGI
I cortometraggi presenti nella sezione in CONCORSO, partecipano all’assegnazione del Premio Miglior
Cortometraggio Alice nella città. La giuria è composta da Maurizio Lombardi (attore), Claudia Potenza
(attrioce) e Fulvio Risuleo (regista).
Tutte le opere presenti nelle sezioni Spazio Animazione e Proiezioni Speciali, concorrono al premio del
pubblico.
Rai Cinema Channel e Premiere Film assegneranno un premio speciale a loro insindacabile giudizio.

PREMIO RB CASTING - Al miglior Giovane Interprete Italiano
Il premio verrà assegnato da una giuria composta da: Rosaria Cicolani (agente ASA), Pino Pellegrino
(Casting Director), Annamaria Morelli (Producer Elsinore Film)

PREMIO DO-CINE RISING STAR AWARD - Al Miglior Giovane Interprete Internazionale
Il premio verrà assegnato da una giuria composta da: Benoît Blanchard, Audiovisual attaché all’Ambasciata
di Francia a Roma, Katja Szigat, Talent Agent, Eleonora Granata Jenkinson, Producer Melograno Film, Gaia
Serena Simionati, giornalista Taxidrivers

QUEI RAGAZZI — INNOCENZA E TURBAMENTO

“L’infanzia non è un santuario,
ma un luogo di libertà»
JACQUES DOILLON

Sorprende che dalla ricca cinematografia italiana degli anni sessanta a oggi sia quasi del tutto scomparso lo
sguardo sulla scoperta del corpo e della sessualità degli adolescenti. Un mondo di pulsioni, segreto e
nascosto, che da sempre si scontra con il costume del tempo e con le maglie del rappresentabile e del visibile.
Un’esplorazione avventurosa tra il noto e lo sconosciuto che scaturisce da un ambiguità necessaria e che per
la sua prossimità all’infanzia la investe di aspettative sociali, educative e pedagogiche, che spesso ha
condizionato il racconto cinematografico dedicato all’adolescenza.
È di fatto, il grande rimosso del nostro cinema che sembra – tranne alcune eccezioni legate al cinema di Luca
Guadagnino - non essere più attrezzato per raccontare l’innocenza e il turbamento della pubertà nel contesto
culturale contemporaneo. Pertanto, le riflessioni che percorrono questa nostra esplorazione riguardano
soprattutto le difficoltà, le contraddizioni, i conflitti, le forme del controllo che il cinema attraversa, se e
quando vuole rispondere alla vocazione che deriva da quel principio di alterità che lo lega a questa età
dell’oro.
Per lo sguardo dei grandi fondatori del cinema italiano, la rappresentazione dell’adolescente nel romanzo del
Novecento ha funzionato come un reagente: scrittori, poeti e artisti di avanguardia, hanno guardato a questi
temi per rappresentare una critica al “prodotto borghese ben fatto”, alla morale e al buon gusto del mondo
adulto, ancora troppo legata a un Ottocento che, nonostante tutto, non accennava a voler finire. Una
vocazione sovversiva che ha prodotto delle tracce depositate nel tempo, un sedimento storico e
antropologico che ha messo in evidenza il valore e il ruolo positivo del cinema anche quando subisce e
sopporta le ricadute della storia sociale. In quest’ottica, l’ambiguità del racconto adolescenziale svela il
disincanto, ripulisce le scorie dell’opacità del reale e alla fine disvela percorsi e impronte indelebili di grandi
Autori: Giuseppe Bennati, Mauro Bolognini, Damiano Damiani, Alberto Lattuada, Luigi Comencini, P.P.
Pasolini (Comizi d’amore), Marco Ferreri, Bernardo Bertolucci, Peter del Monte. Essi guardano l’adolescenza
in modo più complesso, senza paura di esplorare la veemente affermazione del desiderio che si contrappone
al mondo degli adulti. Hanno saputo ritagliare e ricomporre, senza complicazioni psicanalitiche e giudizi
morali, l’ambiguità dei rapporti familiari e l’ambivalenza della pubertà, uscendo dal codice binario del
romanzo di formazione: andando oltre la storia archetipica del fanciullo divino; oltre il sistema di controllo
che serpeggia e sorveglia, domina e decide i ritagli di una possibile libertà. I loro film fissano l’idea che le
storie, quando escono da quel casino chiamato ‘ordine’, ci liberano dalle simmetria e dalle gabbie in cui la
società rinchiude i sentimenti. Intuiscono che omettere ai ragazzi le vibrazioni di quelle terre, vuol dire
spossessarli e negare loro uno strumento di conoscenza e di comprensione indispensabile per riflettere su
identità, relazioni, educazione alle differenze, aspettative, ribellioni e condizionamenti culturali che ci
rassicurano sulla giustezza dei nostri sentimenti. Quindi, escludere l’iniziazione, il desiderio e il corpo dalla
narrazione filmica legata alla pubertà vuol dire esporre i ragazzi alla sessualità nelle sue rappresentazioni più
estreme. Soprattutto oggi dove mostrare, deformando, ciò che era esclusivamente privato è diventato
definitivamente pubblico, e ciò che era segreto è sbandierato.
In questa operazione di ricerca, nel continuo esplorare la relazione indissolubile tra il cinema e l’alterità
dell’adolescenza, prende forma questo nuovo slancio dal titolo Innocenza e turbamento che ci impegnerà per
i prossimi anni, non solo sul restauro e la riscoperta di titoli vicini ad una stagione cinematografica del nostro
Paese, ma su un ciclo d’incontri connessi alla ricerca di autori contemporanei che in questi anni ci hanno
aiutato a liberare lo sguardo su quel territorio - vagamente minaccioso - legato al desiderio e alla perdita
dell’innocenza.

QUEI RAGAZZI — è la sezione aperta ai classici contemporanei, ai film del passato restaurati e riproposti
alle nuove generazioni per la loro forza e attualità, per offrire ai ragazzi la traccia e la memoria di esperienze
autentiche e significative, attraverso gli argomenti trattati dai film presentati.
Omaggio a DAMIANO DAMIANI
Il centenario della nascita del regista (1922-2013) è l'occasione per raccontare, soprattutto alle generazioni
che non hanno potuto conoscerlo, i temi che ha sostenuto con le sue opere filmiche e le innovazioni
linguistiche del suo cinema. Un modo per scoprire, grazie alla preziosa collaborazione della famiglia, una
dimensione più privata e intima, in cui si riverbera lo stesso impegno per i valori democratici, così come
aspetti inediti della sua creatività.
La stessa tensione morale dell'uomo pubblico è stata presente, nel corso dell'intera vita, anche nella
dimensione privata. Fra i ricordi familiari spiccano le "tavole rotonde" in cui Damiani coinvolgeva
regolarmente i propri figli, pur molto piccoli, in dibattiti e riflessioni aperte che avevano per tema la giustizia,
la libertà e la democrazia, la religione e la morale. Il suo rimane un nome importantissimo, per come ha
incarnato un'idea di cinema, attento al dialogo col pubblico e alla sua "educazione".
I tre figli di Damiani - Sibilla, Cristina e Francesco - racconteranno in un incontro con Piera Detassis, gli intrecci
fra uomo pubblico e privato, l'impegno a trasmettere gli stessi valori civili come autore, che loro hanno
conosciuto lavorando sul set con lui negli ultimi anni, e come padre.
Per il progetto “100 Damiani” e per i 60 anni del film Cinecittà ha restaurato L’isola di Arturo. Una nuova vita
per un film che rischiamo di perdere per sempre. L’evento sarà anche l’occasione per raccontare il lavoro di
restauro della pellicola a una giovane platea abituata a concepire le immagini solo come digitali.
“100 Damiani, 1922-2022 viaggio nei cento anni di Damiano Damiani”, è un progetto realizzato da Clipper
Media con la famiglia Damiani, in collaborazione con Cinecittà Luce, Comune di Pasiano di Pordenone,
Cinemazero, Ortotreatro.
L’ISOLA DI ARTURO - World Premiere
Italia · 1962 · DCP · 94’
di Damiano Damiani
Soggetto: tratto dall'omonimo romanzo di Elsa Morante
Sceneggiatura: Ugo Liberatore, Enrico Ribulsi,
Damiano Damiani, con la collaborazione di Cesare Zavattini
Produzione: Titanus
Musiche: Carlo Rustichelli
Distribuzione Italiana e Internazionale: Surf Film
Cast: Vanni De Maigret, Key Meersman, Reginald Kernan, Gabriella Giorgelli, Elvira Tonelli, Luigi Zerbinati, Michele
Barone, Aldo Vinci, Ireneo Petrucci, Luigi Giuliani
Il titolo è stato restaurato in 4K presso i laboratori di CINECITTA’ LUCE da controtipo e lavander 35mm messi a
disposizione da Surf Film
SINOSSI - Nell'isola di Procida, Arturo è cresciuto solo perché la madre è morta e il padre si fa vedere
pochissimo. Ma improvvisamente la situazione cambia e il padre si stabilisce sull'isola insieme alla
giovanissima moglie. Arturo, che ha 15 anni, si innamora della matrigna, ma questo sentimento non viene
mai inquinato da passioni morbose. Il ragazzo compie le sue prime esperienze sessuali con una ragazza più
grande di lui. L’adattamento che Damiano Damiani fa del romanzo di Elsa Morante è un diorama sul
complesso di Edipo, dove la concezione dell’adolescenza è quella di una trasformazione del desiderio. La
disillusione e il disincanto di un fanciullo verso un padre semidio; l’angoscia e il fascino per il materno e
dell’amore, il desiderio e il timore della maturità, segnano i legami erotici di un ragazzo in una Procida arcaica,
emersa dalle acque come una terra da mito mediterraneo. Il mondo che lo circonda e da cui non sa
allontanarsi è costruito da elementi che configgono, affetti che non sono sufficienti per lasciarlo libero di
esplorare. L’irrompere della sessualità all’interno dell’orizzonte di Arturo significa un arricchimento
spirituale. Uno strumento di conoscenza e di scoperta di una cruda realtà, che sarà causa della fuga dalla
‘parodia’ di un mondo maschile mitizzato. Senza un progetto, sapendo ciò che lascia ma non ciò che
incontrerà, si imbarca per la prima volta per provare a conoscere il mondo, cercando altrove ciò che non è
riuscito a trovare accanto a lui.

SINTONIE — è una linea di ricerca nata dal dialogo con Alberto Barbera, Direttore della Mostra del Cinema
di Venezia, con la volontà di approfondire e amplificare tra i giovani i temi che più li riguardano. Una sintonia
che va al di là dei confini e delle regole tradizionali tra festival, che non si limitano solo a passarsi il testimone
sui film selezionati, ma avviano un percorso complementare, indirizzato verso la ricerca del nuovo pubblico.
NOTTE FANTASMA | Venezia 79 - Orizzonti Extra
Drama/Thriller - Italia - 2022 - 84’
di Fulvio Risuleo
Cast: Yothin Clavenzani, Edoardo Pesce, Elisa Pierdominici
Distribuzione: Vision Distribution
È sabato sera, Tarek ha programmato una serata con gli amici: playstation e junk food. Prima di incontrarli
passa per il parco a comprare qualche grammo di fumo. Qualcuno però lo tiene d’occhio dall’interno di
un’automobile, ha visto tutto e lo avvicina: è un poliziotto. L’uomo è misterioso, minaccioso e allo stesso
tempo a suo modo gentile e un po’ complice. Invece di portarlo al distretto, il poliziotto costringe Tarek a
stare con lui per tutta la notte tra risse, inseguimenti e fughe. Ma all’alba i loro ruoli potrebbero invertirsi.
Un’avventura lunga una notte tra le pieghe della quotidianità, della percezione e delle vite personali.
HANGING GARDENS | Venezia 79 - Orizzonti Extra
Drama - Iraq, Palestina, Arabia Saudita, Egitto, UK ? 2022 ? 117’
di Ahmed Yassin Al Daradji
Cast: Jawas Al Shakarji, Akram Mazen Ali, Wissam Diyaa
Distribuzione: True Colors
I fratelli As’ad e Taha, di dodici e ventotto anni, sbarcano il lunario raccogliendo rifiuti nei ‘Giardini pensili’ –
soprannome che la gente del luogo ha affibbiato alle fumanti discariche di Baghdad – eppure riescono a farsi
bastare quello che hanno. Un giorno As’ad trova una bambola gonfiabile americana: porta a casa l’oggetto
proibito e lo sfoggia come se fosse qualcosa di meraviglioso. Taha aggredisce il fratello, accusandolo di aver
rovinato la loro reputazione, e As’ad si rifugia ai Giardini Pensili, deciso a vivere lì assieme al suo straordinario
ritrovamento. Quando As’ad e il suo amico quattordicenne Amir scoprono che la bambola sa parlare, le
insegnano il linguaggio della seduzione in arabo e la mettono al lavoro.
INNOCENCE | Venezia 79 - Orizzonti
DocuFilm - Danimarca, Israele, Finlandia, Islanda ? 2022 ? 100’
di Guy Davidi
Cast: Guy Davidi, Nikita Stewart, Arye Bar El, Ido Tako
Distribuzione internazionale: Autlook Film Sales
Innocence racconta la storia di bambini che hanno resistito all’arruolamento ma poi sono capitolati. Le loro
storie non sono mai state raccontate perché sono morti in servizio. Attraverso una narrazione basata sui loro
inquietanti diari, il film descrive il loro sconvolgimento interiore intrecciando immagini militari di prima mano,
momenti chiave dall’infanzia fino all’arruolamento e video amatoriali dei soldati deceduti, le cui storie sono
state messe a tacere e viste come una minaccia nazionale.
BREAD AND SALT (CHLEB I SÒL) | Venezia 79 - Orizzonti
Drama - Polonia - 2022 - 99’
di Damian Kocur
Cast: Tymoteusz Bies, Jacek Bies, Bartosz Olewinski
Distribuzione: IKH Pictures Promotion
Tymek è un giovane e talentuoso pianista, iscritto al Conservatorio di Varsavia. Torna per una vacanza nella
sua città natale, un luogo in cui il tempo si è fermato; il punto d’incontro principale per i giovani del posto è
un bar kebab aperto da poco. Tymek assiste a un crescente conflitto tra i lavoratori arabi del kebab e i suoi
amici del quartiere, sullo sfondo di discriminazioni razziali che porteranno ad un esito tragico.